Whatsapp continua la sua battaglia sulla privacy, foto e video si potranno vedere una sola volta

security logo
Photo by Pixabay on Pexels.com

Sommario

  • Google compra Mandiant e rinforza il settore sicurezza
  • Whatsapp aumenta la tutela della privacy
  • Seo, la guerra in Ucraina entra di prepotenza nella Serp
  • La nuova app di Substack

Sicurezza informatica. Google ha annunciato l’acquisizione della società statunitense di sicurezza informatica Mandiant. Il gigante di Mountain View pagherà 23 dollari ad azione per l’azienda di Reston, in Virginia, per una transazione totale di 5,4 miliardi di dollari. Alla chiusura della transazione Mandiant si unirà Google Cloud. L’accordo, hanno dichiarato le due società, dovrebbe chiudersi entro la fine dell’anno. Nel frattempo, le azioni di Madiant hanno chiuso con un rialzo del 16%, dopo che lunedì 7 marzo The Information ha diffuso l’intenzione di Google di acquisire la società di cybersicurezza.

Dopo l’introduzione dei messaggi effimeri, WhatsApp continua la sua campagna a tutela della privacy dei suoi utilizzatori introducendo una funzionalità che renderà più complessa l’attività investigativa sulle chat: le foto e i video che si possono visualizzare una sola volta. WhatsApp ha deciso di aggiungere una funzione che consente di visualizzare foto e video una volta sola. Per quanto tecnicamente interessante e orientata alla protezione della privacy, c’è chi ritiene che questa novità possa impedire la raccolta di prove informatiche in caso di abusi su minori. La National Society for the Prevention of Cruelty to Children (NSPCC) aveva già manifestato perplessità circa le difficoltà che la cifratura end-to-end di Whatsapp rappresenta per le indagini digitali in caso di violenza su minori.

Seo News.La domanda di informazioni sui tragici eventi che si stanno verificando in Ucraina potrebbe aver spinto Google a rinnovare le sue SERP per domande correlate (come [ Ucraina Russia ]). Sebbene alcune delle nuove funzionalità possano essere specifiche del conflitto, l’azienda potrebbe eventualmente implementare tali funzionalità (o simili) per più query, il che può influire sulle opportunità di visibilità organica per i marchi. Le nuove funzionalità includono sezioni per informazioni di base, vittime stimate e foto del conflitto.

Substack e la nuova app. Per i primi cinque anni dell’azienda, gli scrittori che  utilizzano Substack hanno pubblicato in due posti: sul web e via e-mail.   Ad oggi, c’è un terzo posto: un’app iOS che ti consente di leggere  tutti coloro a cui ti abboni sulla piattaforma, così come qualsiasi  altro feed RSS che desideri aggiungere, in un punto dedicato sul tuo  telefono o tablet.

“Volevamo farlo per sempre”, mi  ha detto Chris Best, co-fondatore e CEO di Substack, in un’intervista  martedì.  L’app è stata creata da un team nostalgico dei giorni felici  di Google Reader, ha detto, con i suoi feed curati personalmente e  funzionalità social limitate.  Il team voleva anche abilitare  funzionalità che semplicemente non sono possibili nelle e-mail: ascolto  di podcast in background;  incorpora video;  thread di commento  aggiornati in tempo reale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.