Il presidente Biden fa una vita normale nonostante gli impegni. Ma soprattutto non si sveglia alle quattro del mattino per essere più produttivo.

Una routine senza pari. Non è una definizione della Settimana Enigmistica ma semplicemente quella inerente all’uomo più potente del mondo libero: il presidente di turno degli USA.

In un articolo del Washington Post è stata ricostruita la sua routine giornaliera (grosso modo) al netto di quello che si può rivelare. Devo dire che assomiglia poco a quella fatta con proclami eccezionali da esperti di ogni dove.

Molti guru moderni aggiungono, tra gli ingredienti fondamentali per una sana produttività, anche l’alzarsi alle cinque del mattino, come se dovessimo mietere il grano invece che lavorare al computer o in ufficio. Operazione, quella da scrivania, che può essere fatta anche con il sole alto nel cielo a differenza della raccolta delle messi.

Al contrario il presidente Biden si alza come una persona normale ad un orario normale, fa del banalissimo sport su un’avveniristica (quella si) bici da casa che negli Stati Uniti è molto apprezzata. Si chiama Peloton, una cyclette interattiva che permette di gareggiare con altri, ovviamente i percorsi sono secretati. Questo ci racconta anche di un utilizzo della tecnologia abbastanza disinvolto.

Il presidente e le liste

Trovo adorabili le sue liste delle cose da fare scritte su un pezzo di carta e custodite in tasca. Niente app, niente task. Dall’alto della sua età si può permettere di tenere a portata di mano il suo bravo elenco scritto a penna. Durante la campagna elettorale mandava delle notizie dal suo smartphone ai collaboratori. Nulla di politico, erano notizie curiose tipo la donna giapponese di 119 o quella su una falena gigante, semplici articoli che lo colpivano particolarmente.

È una persona normale che “mangia come un bambino di cinque anni” a detta della sua assistente, quindi con gusti molto semplici. Ama il Gatorade all’arancia.

Conclusioni

Scoprire che la persona più importante del mondo fa le nostre stesse cose non ci dovrebbe sorprendere. A sorprenderci dovrebbe essere la solita solfa che alzarsi alle quattro del mattino e terminare la giornata alle 21 sia altamente produttivo ma soprattutto realizzabile. Dimenticavo. Sente ogni giorno la famiglia, come tutti noi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.